CHI VOTO? 3

Dopo i leader tocca ai gregari e comincio da quelli del PD.

Calenda e Renzi non a caso mi rievocano la coppia del video; ambedue permeati da buoni sentimenti, si muovono come un elefante in un negozio di cristalli. Una visione d’insieme apprezzabile negli obiettivi, non nel percorso da fare per raggiungerli, forse perché presi troppo dal proprio ego e dal narcisismo, ammalati di protagonismo (deve essere un virus del PD, speriamo non sfoci in pandemia) sono portati a fare i capricci se non li si mette al centro dell’attenzione. Prima Renzi e poi Calenda, tra il 2019 ed il 2022 sono fuoriusciti dal PD per fondare ognuno il proprio partito. Molto simili tra loro, tanto da compattarsi per le prossime elezioni, hanno stilato il loro programma ad immagine e somiglianza di quello del PD quasi un’offerta di sottoprodotti da supermercato: 2 al prezzo di uno.

Vediamo comunque i loro profili e partiamo da Calenda, effigie del raggruppamento (Renzi gli deve aver detto: “va avanti tu che a me me vie’ da ride”).

Nato nel 1973, anche lui ha natali illustri ed è imparentato, da parte di madre, con la famiglia Comencini e forse sarà stato influenzato, nella scelta del partner, dal nonno che fu il regista di Pinocchio. Politicamente, nei suoi primi passi, trova il suo sponsor in Luca Cordero di Montezemolo per poi comunicare, nel 2015, il passaggio al PD, cosa avvenuta concretamente nel 2018; certe decisioni richiedono molta riflessione. Stesso percorso e tempi di riflessione quando ha lasciato il PD; si può ipotizzare che avendo tracciato il programma politico adesso, le prime attuazioni le vedremo nel 2030. In definitiva, non lo si può etichettare come una scheggia.

Chi è il prossimo? “io” risponde Renzi, sarà vero o una bugia? Con lui non si può essere mai sicuri di niente. Nato nel 1975 a Firenze da genitori benestanti, è sposato con Agnese Landini ed hanno 3 figli, una coppia esemplare, lei è proprio un bell’uomo.

Di estrazione cattolica e democristiana, ha fatto parte degli scout ed ha maturato una buona esperienza politica, anche a livello locale. Devo ammettere che di cose buone ne ha fatte, ma anche qui i limiti si dimostrano nella personalità: Letta ne sa qualcosa. Se lo senti dire “stai sereno”, non voltargli le spalle, potresti ritrovarti un coltello piantato tra le scapole.

Pesa nella sua attività la questione banca Etruria ma per non annoiarvi oltre, riporto il link dell’articolo dove ho trattato il caso: https://www.valutoergosum.it/isso-essa-e-o-malamente/

Salvini, Berlusconi, preparatevi dopo tocca a voi.

25 agosto 2022 Enrico Masucci

1 Commento

By emasucci

emasucci

Stiamo in contatto

Buona giornata a tutti voi,
Ho creato questo blog per far sì che ognuno di noi possa esprimere le proprie opinioni liberamente, senza condizionamento alcuno, per favorire quella riflessione che ci porti a ragionare con la nostra testa. Se riusciremo ad estrapolare i fatti dalle campagne di persuasione dei media e trarremo le nostre conclusioni in merito, saremo più liberi ed assorbiremo meno passivamente le tesi che il “potere” vorrebbe imporci.
Il primo segnale che ho avuto nel voler suggerire questa ispirazione di vita, che naturalmente dà fastidio a chi vorrebbe che si aderisse in modo inerte alle loro idee, me lo ha dato facebook che ha disattivato il mio account dove segnalavo unicamente l’uscita di un articolo per invitare gli utenti a leggerlo.
L’esortazione che vi faccio è quella di partecipare, se vorrete inviare un commento od un articolo, su qualunque argomento riteniate opportuno, lo pubblicherò. Unica condizione è il rispetto degli altri, per cui evitate offese, turpiloquio o pornografia.
Per proteggere questa libertà, il blog non accetterà pubblicità o finanziamenti da parte di terzi. Se vorrete chiarimenti, potete chiederli compilando il modulo che troverete nella sezione contatti del sito.
Con l’auspicio di leggervi presto, vi do il mio sentito benvenuto