Il Ritorno di Silvia

Sono contento di leggere e sentire tutte quelle frasi contro Silvia Romano dopo la sua liberazione. Sì perché sono cadute le maschere dell’ipocrisia ed è stata mostrata all’Italia intera quale volto becero si nasconda in tanti di noi; millenni di conformismo confessionale a cui il servile sanfedista ottuso e meschino è stato educato dalla setta clericale, retaggio di cui bisognerebbe liberarcene al più presto, hanno conformato le nostre menti imponendoci una gabbia mentale da cui non si riesce ad uscirne. Ricordo che quando io e mia moglie volemmo sposarci, chi si oppose fermamente al rito civile, ma ci obbligò moralmente a seguire il rito religioso fu mio padre che riteneva il primo una soluzione inaccettabile; questo modo di pensare è comprensibile in un genitore se si esclude il fatto che mio padre era ateo.

Il solo fatto di essersi convertita alla religione islamica fa di lei una potenziale terrorista, con buona pace della libertà di culto garantita dalla costituzione; a dirlo è stato un deputato leghista punta di un iceberg formato dagli ottusi di cui dicevo prima, lui almeno ha avuto l’onestà intellettuale (che non vuol dire aver ragione) di metterci la faccia, tutti gli altri anonimi ignoranti

Aggiungi un commento

emasucci

Stiamo in contatto

Buona giornata a tutti voi,
Ho creato questo blog per far sì che ognuno di noi possa esprimere le proprie opinioni liberamente, senza condizionamento alcuno, per favorire quella riflessione che ci porti a ragionare con la nostra testa. Se riusciremo ad estrapolare i fatti dalle campagne di persuasione dei media e trarremo le nostre conclusioni in merito, saremo più liberi ed assorbiremo meno passivamente le tesi che il “potere” vorrebbe imporci.
Il primo segnale che ho avuto nel voler suggerire questa ispirazione di vita, che naturalmente dà fastidio a chi vorrebbe che si aderisse in modo inerte alle loro idee, me lo ha dato facebook che ha disattivato il mio account dove segnalavo unicamente l’uscita di un articolo per invitare gli utenti a leggerlo.
L’esortazione che vi faccio è quella di partecipare, se vorrete inviare un commento od un articolo, su qualunque argomento riteniate opportuno, lo pubblicherò. Unica condizione è il rispetto degli altri, per cui evitate offese, turpiloquio o pornografia.
Per proteggere questa libertà, il blog non accetterà pubblicità o finanziamenti da parte di terzi. Se vorrete chiarimenti, potete chiederli compilando il modulo che troverete nella sezione contatti del sito.
Con l’auspicio di leggervi presto, vi do il mio sentito benvenuto