Il sesso degli Angeli

Qualcuno me lo spieghi perché io non riesco a capire i ragionamenti che fanno alcuni politici e molti giornalisti.

Gettonatissime sono le discussioni che vertono sulla natura di questo governo: è un governo tecnico o uno politico.

Tema non nuovo in casi del genere tipo il governo Monti; così dicendo, io capisco che un governo tecnico non può fare politica, ma se la politica è l’arte e la scienza del governare, cioè l’attività in pratica di assumere dei provvedimenti che vengono adottati a favore dei cittadini, due sono i casi o un governo tecnico può adottare provvedimenti e quindi fa politica o non può emettere provvedimenti ma al massimo può solo consigliare di adottarli …… ma a chi?

L’espressione “Governo tecnico! Attiene al gergo parlamentare e si intende un gruppo di persone senza alcuna connotazione partitica che governa; ecco, forse sarebbe più giusto parlare di governi partitici e governi tecnici.

Qui sorge la seconda dicotomia; tanti politici ed altrettanto tanti giornalisti si chiedono e suggestionano i loro consumatori sul problema di come possano convivere partiti, di opinioni opposte, nel governo che si sta formando; secondo me il problema non si pone, i partiti non governano e quindi non sono condizionati dalla necessità di distinguersi dagli avversari per interessi elettorali, possono liberamente esprimersi, facendo attenzione, al massimo, a cercare sfumature diverse per motivare la propria decisione.

Che confusione ho nella mia mente, sarà l’età.

Aggiungi un commento

emasucci

Stiamo in contatto

Buona giornata a tutti voi,
Ho creato questo blog per far sì che ognuno di noi possa esprimere le proprie opinioni liberamente, senza condizionamento alcuno, per favorire quella riflessione che ci porti a ragionare con la nostra testa. Se riusciremo ad estrapolare i fatti dalle campagne di persuasione dei media e trarremo le nostre conclusioni in merito, saremo più liberi ed assorbiremo meno passivamente le tesi che il “potere” vorrebbe imporci.
Il primo segnale che ho avuto nel voler suggerire questa ispirazione di vita, che naturalmente dà fastidio a chi vorrebbe che si aderisse in modo inerte alle loro idee, me lo ha dato facebook che ha disattivato il mio account dove segnalavo unicamente l’uscita di un articolo per invitare gli utenti a leggerlo.
L’esortazione che vi faccio è quella di partecipare, se vorrete inviare un commento od un articolo, su qualunque argomento riteniate opportuno, lo pubblicherò. Unica condizione è il rispetto degli altri, per cui evitate offese, turpiloquio o pornografia.
Per proteggere questa libertà, il blog non accetterà pubblicità o finanziamenti da parte di terzi. Se vorrete chiarimenti, potete chiederli compilando il modulo che troverete nella sezione contatti del sito.
Con l’auspicio di leggervi presto, vi do il mio sentito benvenuto