PARTIAM PARTIAM PARTIAM

Adesso cercherò di parlare di come fu conquistato il sud da parte di Garibaldi.
Qualunque cosa io possa dire può essere contestata, tanta è la confusione del periodo; molti storici di controcorrente ci raccontano di una penisola felice con governanti illuminati che erano vicini al popolo. Allora mi domando perchè la popolazione del regno delle due sicilie fu così accondiscendente nei confronti di Garibaldi e non si strinse attorno a Francesco II?
Passino le operazioni preliminari che furono condotte al nord: i vapori per navigare e trasportare i più di mille uomini (ed una donna) quasi tutti del bergamasco, furono rimediati tramite il Fauchè della società Rubattino (che coincidenza, i vapori dovevano essere rubati con la compiacenza del derubato), i fucili bene o male furono racimolati, ma i soldi?
Per cercare di capire il momento storico, occorre tornare indietro nel tempo, non di tanto, basta partire dal 1700. all’epoca l’Italia era un ammasso di oggetti posati sulle bancarelle di porta portese, dove chi passava si prendeva o donava quello che più gli piaceva o faceva comodo: io mi prendo la Sicilia, no scusa c’ero prima io, tu prenditi Napoli: allora preferirei la Lombardia; ma che dici, quella abbiamo promesso di darla all’Austria. E così i poveri italiani si sentivano sballottati tra un pretendente e l’altro. Italiani di qua, italiani di là, italiani di su, italiani di giù, non doveva essere un gran bel vivere far l’italiano … di qualità, di qualità.
Eppure i dati storici confermano che nell’era borbonica furono realizzate opere immense, sia in campo culturale che sociale ed industriale, tutte realizzate da italiani, ma con la volontà politica dei Borbone (https://www.vesuviolive.it/cultura-napoletana/storia/7368-primati-napoli-capitale/).
Allora cosè che non andava? Aiutatemi voi in questo pantano, mica devo fare tutto io.

Vuoi come non vuoi, la notte tra il 5 ed il 6 di maggio, dallo scoglio di Quarto salparono il Piemonte ed il Lombardo con il carico di ardimentosi guerrieri che non vedevano l’ora di mostrare il loro valore; la voglia era così tanta che i due piroscafi corsero il rischio di scontrarsi tra di loro. Fortuna che non viaggiavano da soli ma accompagnati dalla flotta inglese che evidentemente aveva capito che avessero bisogno di un tutor. Così, l’11 maggio misero piede a Marsala.
Ma non finisce qui…..

16 dicembre 2022 Enrico Masucci

3 Commentì

emasucci

Stiamo in contatto

Buona giornata a tutti voi,
Ho creato questo blog per far sì che ognuno di noi possa esprimere le proprie opinioni liberamente, senza condizionamento alcuno, per favorire quella riflessione che ci porti a ragionare con la nostra testa. Se riusciremo ad estrapolare i fatti dalle campagne di persuasione dei media e trarremo le nostre conclusioni in merito, saremo più liberi ed assorbiremo meno passivamente le tesi che il “potere” vorrebbe imporci.
Il primo segnale che ho avuto nel voler suggerire questa ispirazione di vita, che naturalmente dà fastidio a chi vorrebbe che si aderisse in modo inerte alle loro idee, me lo ha dato facebook che ha disattivato il mio account dove segnalavo unicamente l’uscita di un articolo per invitare gli utenti a leggerlo.
L’esortazione che vi faccio è quella di partecipare, se vorrete inviare un commento od un articolo, su qualunque argomento riteniate opportuno, lo pubblicherò. Unica condizione è il rispetto degli altri, per cui evitate offese, turpiloquio o pornografia.
Per proteggere questa libertà, il blog non accetterà pubblicità o finanziamenti da parte di terzi. Se vorrete chiarimenti, potete chiederli compilando il modulo che troverete nella sezione contatti del sito.
Con l’auspicio di leggervi presto, vi do il mio sentito benvenuto