Questo è il problema

Proseguo l’analisi dei “partitici”, direi che mancano i migliori:

Renato Brunetta ha ripreso il dicastero della riforma burocratica dove introdusse molte innovazioni, abrogando numerose leggi nella materia di sua competenza per rendere più snella la macchina statale. Risultato: che tutto cambi affinché peggiori; si, perché se prima la predetta macchina era lenta, dopo è diventata un bradipo. Presenze 72,49 assenze 22,58 missioni 5,02

Maria Stella Gelmini; probabilmente è ancora alla ricerca del tunnel dove corrono su e giù i neutrini e per questo se la batte con Di Maio a Zelig per il trofeo del politico più comico di sempre. 51,93 presenze, 13,49 assenze, 34,58 missioni

Per quanto riguarda gli altri, tralascio di proseguire l’analisi dettagliata: non ti curar di lor ma guarda e passa; l’unico di cui mi sento di spendere qualche parola è Di Maio. Nel precedente articolo ho scritto che, secondo la scala dei valori stilata da Sciascia, se Draghi lo avesse confermato agli esteri sarebbe stato un quaquaraqua. Essendomi informato sulla rilevanza di tale ministero, mi hanno tranquillizzato dicendomi che è una macchina autonoma ed il ministro non è che una semplice figura rappresentativa e poi gli stati conoscono Draghi; certo è che comunque non ci facciamo una bella figura.

Rivedendo la classifica di Sciascia che mi sembra essere di cinque categorie: gli uomini, i mezz’uomini, gli ominicchi, i (con rispetto parlando) pigliainculo e i quaquaraquà, promuoviamo il premier di un gradino.

Passando all’analisi dei “tecnici” quello che mi preoccupa è la partecipazione a gruppi confessionali come comunione e liberazione o il Bilderberg, avrei preferito meno religione e più pragmatismo, soprattutto avrei preferito più coraggio estromettendo i partitici, aveva il coltello dalla parte del manico.

Nell’articolo precedente informavo che Draghi era l’autore del testo unico bancario, ma dopo di questo sono intervenute le disposizioni dei vari Basilea, anche se lui da governatore della BCE poteva fare qualcosa.

Il 30 di questo mese sarà presentato il programma del recovery found ed una cosa mi è piaciuta, il fatto che Draghi abbia messo a tacere i partitici che volevano riscriverlo, avocando a sé la responsabilità del progetto.

Adesso attendiamo i risultati.

Aggiungi un commento

emasucci

Stiamo in contatto

Buona giornata a tutti voi,
Ho creato questo blog per far sì che ognuno di noi possa esprimere le proprie opinioni liberamente, senza condizionamento alcuno, per favorire quella riflessione che ci porti a ragionare con la nostra testa. Se riusciremo ad estrapolare i fatti dalle campagne di persuasione dei media e trarremo le nostre conclusioni in merito, saremo più liberi ed assorbiremo meno passivamente le tesi che il “potere” vorrebbe imporci.
Il primo segnale che ho avuto nel voler suggerire questa ispirazione di vita, che naturalmente dà fastidio a chi vorrebbe che si aderisse in modo inerte alle loro idee, me lo ha dato facebook che ha disattivato il mio account dove segnalavo unicamente l’uscita di un articolo per invitare gli utenti a leggerlo.
L’esortazione che vi faccio è quella di partecipare, se vorrete inviare un commento od un articolo, su qualunque argomento riteniate opportuno, lo pubblicherò. Unica condizione è il rispetto degli altri, per cui evitate offese, turpiloquio o pornografia.
Per proteggere questa libertà, il blog non accetterà pubblicità o finanziamenti da parte di terzi. Se vorrete chiarimenti, potete chiederli compilando il modulo che troverete nella sezione contatti del sito.
Con l’auspicio di leggervi presto, vi do il mio sentito benvenuto